Conto Che Banca di Mediobanca

Pubblicato da alle 14:43 in Conto Corrente Online

Che Banca è il conto deposito di Mediobanca, un nuovo conto flessibile che, con 1 € al mese, include tutti i servizi più importanti.  Il conto corrente Che Banca prevede solo l’imposta di bollo di 34 € offrendo la carta bancomat gratuita con cui è possibile prelevare contante, pagare l’autostrada, ricaricare il telefono senza costi di commissione.

Il Conto Che Banca è un conto di deposito, per questo prevede un costante collegamento con il conto principale del cliente che può scegliere liberamente la somma da destinarvi.  La somma depositata è sempre disponibile e richiedibile da parte del cliente che infatti non ha alcun vincolo, a parte se è lui stesso che decide di vincolarla a 3, 6 o 12 mesi, ed in questo caso Mediobanca riconosce subito gli interessi calcolati ad un tasso del 2,50%.

300x250 Zanox Fin PN ron CCDarty

La formula “Conto Tascabile”, è una carta ricaricabile in cui ogni cliente può versare la somma che crede fino ad un massimo di 50.000 €.  La carta del Conto Tascabile permette di effettuar pagamenti in Italia e all’estero e di prelevare contanti dagli sportelli bancomat. Per tutelarsi da truffe e frodi è necessario pagare un servizio di sicurezza che prevede un canone di 3 €.

Mediobanca ha voluto diversificare la sua offerta avanzando una nuova combinazione tra Conto Che Banca e Mutuo: infatti, se si sceglie di collegare i due prodotti  Mediobanca assicura di ridurre la rata (il mutuo è a tasso variabile) in proporzione all’aumento dei risparmi accantonati dal cliente sul conto corrente. Inoltre, se un cliente ha parenti o amici che dispongono di un conto Che Banca, è possibile collegare fino a 4 conti per aiutare il possessore di un mutuo a ridurre la rata.

Il Mutuo “Che Banca” non prevede: spese di  istruttoria, incasso rate ed inoltre include l’assicurazione scoppio e incendio sulla casa.

Per queste ed altre informazioni sull’offerta è utile consultare il sito internet www.chebanca.it.

No Commenti

Comments RSS

Lascia un commento