Successione Conto

Pubblicato da

La Successione del Conto Corrente può avvenire in seguito al:

  • Decesso dell’unico intestatario del Conto Corrente

In questo caso, gli eredi hanno il dovere di comunicare alla banca l’avvenuta morte tramite un certificato di morte. Gli eredi hanno il diritto di conoscere se ci sono ad esempio libretti di risparmi, depositi di somme, custodia di titoli, ecc., ed inoltre, hanno l’obbligo di riconsegnare alla banca gli assegni non usati, i bancomat e le carte di credito. Nel caso in cui i documenti non dovessero essere ritrovati, se ne dovrà denunciare lo smarrimento e la banca provvederà a bloccare il conto. Gli eredi diventano proprietari dei beni (o dei debiti) del deceduto solo dopo aver concluso l’iter per la successione e averne ottenuto il certificato, una copia del quale dovrà essere inviato alla banca.

  • Decesso di uno dei cointestati del conto corrente (se il conto corrente è intestato a due o più persone)

In questo caso si devono valutare se è un conto corrente a firma congiunta oppure se si tratta di un conto corrente a firma disgiunta.

  • Nel caso del conto corrente cointestato a firme disgiunte ognuno dei cointestatari ha il diritto di disporre separatamente sul conto; lo stesso diritto aspetta  a tutti gli eredi del cointestatario che dovranno esercitarlo tutti insieme. Gli eredi dovranno effettuare una semplice variazione di intestazione a loro favore.
  • Nel caso del conto corrente cointestato a firme congiunte il conto viene bloccato completamente fino all’identificazione attestata degli eredi legittimi, che potranno esercitare insieme all’intestatario rimasto in vita e decidere la sorte del conto stesso.