Prestiti BancoPosta, richiedere un finanziamento anche senza busta paga

Pubblicato da alle 08:33 in Conto Corrente Online

In questo momento di crisi è diventato davvero difficile trovare un lavoro, soprattutto per i giovani, e quindi anche riuscire ad ottenere un aiuto da qualche istituto di credito. Chi ha bisogno di un prestito e però non può disporre di uno stipendio regolare oppure di un reddito dimostrabile, può provare con i prestiti BancoPosta senza busta paga, un tipo di finanziamento che può partire dai 1.500 euro, e arrivare ai 30.000 euro, con l’unico requisito richiesto, quello di avere un garante. Questa tipologia di prestiti ha alcuni vantaggi e alcune caratteristiche peculiari.

Prestito BancoPosta

In cosa consiste il prestito BancoPosta

Il prestito BancoPosta è offerto dalle Poste Italiane e permette di poter predisporre di una cifra abbastanza alta, per questo può essere adatta anche a chi non bastano piccole somme, quelle che servono per estinguere piccole spese, o rate insolute, ma è un finanziamento flessibile per le esigenze personali o familiari.

La somma viene erogata sul conto corrente BancoPosta, e va ripagata con rate mensili, come succede solitamente. Il recupero viene operato come viene deciso in fase di contratto, a seconda delle esigenze del cliente, e in proporzione alla sua disponibilità economica. Le rate sono addebitate sul conto corrente BancoPosta, iniziando dal mese successivo all’erogazione del capitale, il 27 di ogni mese. La prima rata è comprensiva della quota mensile, dell’imposta di bollo, dell’imposta sostitutiva, e degli interessi di preammortamento.

Chi può richiedere questo tipo di prestito

Questi finanziamenti di Poste Italiane possono essere richiesti da qualsiasi lavoratore che sia titolare di un conto BancoPosta, anche senza un reddito dimostrabile. L’unica prerogativa in questo caso è quella di affiancare la richiesta ad un garante, proprio perché la somma prestata è quasi sempre molto alta e molto spesso non è possibile avvalersi dei beni che i richiedente potrebbe non possedere.

Naturalmente prima di richiedere un prestito di questo genere è possibile richiedere un preventivo della rata mensile, sulla base della somma che si desidera ricevere, in modo da capire se l’operazione è fattibile e soprattutto conveniente. La richiesta va effettuata presentando il documento di identità, un certificato di reddito (cioè che attesta un’entrata fissa), un documento che attesta la titolarità di un conto corrente BancoPosta. La richiesta sarà valutata entro 10 giorni lavorativi.

Alla Posta è possibile richiedere un finanziamento che va da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 30.000 euro, con una durata contrattuale che va da un anno a sette anni.

Come per ogni tipo di finanziamento, anche i prestiti BancoPosta hanno dei tassi di interesse TAN fissi, e interessi TAEG variabili, a seconda della somma che è stata richiesta, con spese di istruttoria, comunicazioni informative e tutte le commissioni che però sono gratuite. Il TAN fisso è di 10,95% fino ai 10.000 euro, mentre oltre questa cifra è del 9,95%. Il TAEG è dell’11,65% fino ai 10.000 euro, e di 9,95% oltre i 10.000.

È inoltre possibile compilare il modulo di richiesta anche online, con grosso modo le stesse documentazioni da presentare.

Per avere maggiori informazioni sui prestiti BancoPosta, potete visitare il sito infoprestitisulweb.it, nel quale troverete anche qualche consiglio e qualche avvertenza.

No Commenti

Comments RSS

Lascia un commento